Francesca Canepa è stata la prima italiana a vincere l’Utmb, la madre di tutte le gare. Un’impresa ai limiti del Survival.

Nell’ultima edizione dell’Ultra Trail del Monte Bianco, nel settembre scorso, a vincere è stata un’italiana: Francesca Canepa, della Valle d’Aosta. Il tempo è stato da record: 26h03’48”. Dietro di lei la spagnola Uxue Fraile Azpeita e la francese Jocelyne Pauly. Un podio aveva già visto protagonista l’atleta italiana, ma che mai aveva fatto risuonare le note dell’inno di Mameli.

L’impresa di Francesca, che è entrata nella storia dopo aver già conquistato un palmares di tutto rispetto, dimostra che anche le donne possono non solo partecipare ma anche eccellere nelle corse estreme e in tutte quelle imprese sportive che si avvicinano al survivalismo. All’Umtb Francesca Canepa ha sbaragliato le concorrenti e il pessimo meteo. In alcuni tratti, infatti, le temperature sono scese fino a dieci gradi sotto lo zero. Da Chamonix a Chamonix, correndo per 170 chilometri sui sentieri di Francia, Italia e Svizzera. Era ventunesima a un terzo di gara, ma con costanza, determinazione e sicura del proprio ritmo, l’italiana ha saputo effettuare una rimonta eccezionale.

Subito dopo aver tagliato il traguardo, insieme ai suoi due figli, ha dichiarato: “Sono riuscita a stare sempre concentrata, a seguire e dare ascolto e forza al mio corpo. Ho passato anni difficili, nei quali non è stato facile continuare a credere in me stessa. Ho vinto la gara che per me vale come un’olimpiade. E siccome il trail non è uno sport olimpico non potevo sognare altro”.

Pur essendo un’atleta dalla nascita, la Canepa si è avvicinata alla corsa in età adulta. Oggi ha 47 anni e fino ai 40 anni non aveva mai corso. Da quando ha cominciato a correre ha vinto, tra le altre gare, il Tor des Géants, l’Hong Kong 100, l’Eiger Ultra Trail, la Transgrancanaria, il Cappadocia Ultra Trail. Tutto merito del suo fisico, allenatissimo, e alla sua grande concentrazione. 

Vi abbiamo presentato la storia di Francesca Canepa per ribadire che le donne sono tra le atlete che riescono a dare il meglio di sé anche in ambito di survivalismo sportivo. Ecco perché sono le benvenute al primo Survival Contest che noi di Survival & Reporter stiamo organizzando per il prossimo mese di luglio. A breve comunicheremo tutti i dettagli per la partecipazione. Per il momento, Ancora una volta, non possiamo che dirvi… stay tuned…