Primavera, tempo di canyoning. Ecco dove praticarlo

Nel grande ventaglio di idee outdoor per svegliare l’animo avventuroso che si cela dietro ciascuno di noi c’è il canyoning. Detto anche torrentismo, è un’esperienza unica, ad alto tasso di adrenalina, che prevede la discesa a piedi di torrenti scavati nei canali rocciosi. Vietato l’uso di canoe, kayak o gommoni. In Italia sono molti i luoghi dove praticarlo. Vediamone insieme alcuni.

In Trentino il canyoning più spettacolare del nord Italia

Nella Valle del Chiese, il torrente Palvico offre agli appassionati un concentrato di adrenalina e divertimento lungo un percorso di canyoning tra i più affascinanti del Nord Italia. Un parco acquatico naturale immerso nelle gole scavate dall’acqua, fra scivoli, salti, passaggi mozzafiato e calate fino a 50 metri.

trentino canyoning

canyoning torrente Palvico

Grandi avventure in Valchiavenna

Di sicuro il canyoning è un modo diverso di entrare a contatto con la natura, e di scoprire le bellezze del territorio. In Valchiavenna ci sono torrenti inesplorati, come il “Boggia” in Val Bodengo, nel comune di Gordona. Si tratta di strette gole inserite profondamente nella roccia e scivoli naturali, scavati e levigati dalla forza dell’acqua, che offrono la possibilità di vivere un’avventura mozzafiato. Si gode della bellezza e del fascino di angoli selvaggi e incontaminati, sempre accompagnati dalle Guide Alpine.

valchiavenna canyoning

canyoning torrente Boggia

Nelle Valli Bergamasche come Indiana Jones

È la Val Seriana a offrire le destinazioni migliori per praticare canyoning in provincia di Bergamo. Il percorso che si snoda lungo il Nese partendo da Alzano Lombardo e quello del canyon di Valgua con partenza da Albino sono perfetti per il periodo primaverile, anche perché sono vicinissimi alla città. Per i più piccoli c’è il canyon-parco giochi di Fiumenero in Valbondione.

torrente nese

canyoning torrente Nese

Adrenalina vicino a Napoli

Il “Canyoning alle Gole di Caccaviola”, a Cusano Mutri (BN) è un’esperienza che permette di assaporare adrenalina allo stato puro. Il percorso ha inizio dal Salto dell’Orso, una spettacolare cascata di circa 40 metri e prosegue in un susseguirsi di scenari unici, cascate, alte pareti rocciose, piscine naturali, modellati dalla forza erosiva dell’acqua, immersi nella natura selvaggia e incontaminata. Pozza della Luce, le Tre Conche, il Salto di Giuseppe, Conca di Zeno, sono alcuni dei luoghi che si attraverseranno di impareggiabile bellezza. Il Percorso termina presso il ponte sotto Fontana Stritto.

canyoning napoli

canyoning Gole di Caccaviola

In Sardegna, per veri esperti

Codula Orbisi è un profondo canyon carsico situato tra il Supramonte di Orgosolo e quello di Urzulei nel cuore selvaggio della Sardegna. È sicuramente il canyon esteticamente più bello di tutta la Sardegna e immergersi a Codula Orbisi significa calarsi in una della forre più magiche di tutta l’isola. Impegnativo e per veri esperti, il canyoning a Codula Orbisi prevede una discesa in corda di 35 metri e un impegno minimo di 7 ore.

codula orbisi

canyoning Codula Orbisi