Un progetto dell’università di Cambridge per resistere al surriscaldamento globale.

Di fronte ai tanti allarmi legati al problema dei cambiamenti climatici c’è chi ha pronto un rimedio. È l’università di Cambridge, che ha messo a punto un piano per “ricongelare” il Polo Nord. Recenti studi affermano che l’attuale strato di ghiaccio dell’Artico potrebbe essere completamente disciolto entro il 2030. Il tempo è poco e urgono rimedi come quello proposto dagli scienziati inglesi.

Attraverso progetti di geo-ingegneria si vuole deviare l’energia solare nello Spazio, al fine di ridurre l’effetto serra e tutte quelle problematiche che determinano l’innalzamento delle temperature e il conseguente scioglimento dei ghiacci. Inoltre l’università di Cambridge propone l’idea di spruzzare abbondante quantità di acqua salata nell’atmosfera delle regioni polari. Ciò, almeno in teoria, favorirebbe la formazione di particelle di sale utili a depurare (sbiancare, letteralmente) le nuvole, che in questo modo consentirebbero un maggior riverbero del calore. Accanto a questo si sta studiando come rimuovere l’anidride carbonica in eccesso dall’aria.

Il progetto di un piano per il ricongelamento dell’Artico non è una novità. Se ne parla già da tempo. Già nel 2017 l’astrofisico Steven Desch su “Earth’s Future” proponeva qualcosa di analogo. E cioè ricongelare l’Artico usando 10 milioni di pompe galleggianti alimentate dal vento per spruzzare acqua salata sul ghiaccio, in modo da farne aumentare lo spessore. In questo modo lo strato di ghiaccio tornerebbe ad avere lo spessore di dieci anni prima.

Un progetto faraonico, anche considerando gli elevatissimi costi. Per la sua realizzazione, infatti, si è stimato servano 500 miliardi di dollari. Inoltre si deve tenere presente anche la quantità di acciaio necessario per costruire le pompe: ben 10 milioni di tonnellate, che andranno posizionate in loco con annessa manutenzione.

Insomma, oltre al costo, sembra un’idea più cha ambiziosa: irrealizzabile. Anche se da Cambridge ora stanno andando nella stessa direzione.