Un’insolita iniziativa permette di esplorare il relitto che giace a quasi 4 km di profondità nell’Atlantico

Oggi è possibile visitare il relitto del Titanic, che giace sul fondo dell’Oceano Atlantico a 3.810 metri di profondità. Un’avventura non alla portata di tutti, visto che il costo si aggira sui 105 mila dollari. Ma anche per chi ha un conto in banca di tutto rispetto non si tratta comunque di un’impresa facile. 

Una parte del relitto del Titanic

La compagnia statunitense Ocean Gate Expeditions ha infatti organizzato una iniziativa imperdibile per tutti coloro che hanno uno spirito avventuriero. Si chiama Titanic Survey Expedition e altro non è se non un’immersione verso il relitto del Titanic. Non una semplice esplorazione ma di una vera e propria missione di squadra. O meglio, di più missioni. 

Sì, perché l’avventura che porta a esplorare il relitto del transatlantico più tristemente famoso della storia, si compone di sei missioni che durano undici giorni ciascuna. Vi possono partecipare al massino nove persone, e la prima spedizione dovrebbe partire già dal prossimo mese di giugno. L’ultima si concluderà con la metà di agosto.  I cosiddetti “citizen explorer”, però, non dovranno essere solo persone danarose. Dovranno essere degli specialisti in mansioni nautiche, saper usare attrezzature digitali per raccogliere immagini, video 4K e dati scansionati dal sonar, per poi elaborarli con gli scienziati esperti della squadra.

Gli avventurosi partecipanti potranno così arrivare a 3.810 metri di profondità e ammirare da vicino quel che resta del Titanic. Si immergeranno con il mini-sommergibile Titan, che è dotato di una nuova tecnologia che gli consente di inabissarsi fino a 4 km e trasportare cinque persone. Oltre alla sua struttura progettata in fibra di carbonio e titanio. Grazie alla visuale dal vivo della parte frontale del sommergibile, sarà possibile esplorare il relitto fin nei minimi dettagli. Ma lo scopo dell’esplorazione non è solo di natura “turistica”. L’obiettivo principale alla base della visita al relitto, infatti, è lo studio e la documentazione del sito, per permettere ai ricercatori di valutare il grado di deterioramento del Titanic. 

Il mini sommergibile Titan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *