Un elenco dei migliori film che sono usciti negli ultimi anni e hanno raccontato storie di survivalismo.

Il survivalismo è un genere che offre notevoli spunti a chi si occupa di cinema. Il racconto di grandi imprese, che hanno messo a dura prova la sopravvivenza umana, riesce sempre a catturare un gran numero di spettatori. Con il merito, poi, di rendere note storie spesso sconosciute al grande pubblico. Immagini forti, storie avvincenti, ambientazioni suggestive sono gli ingredienti giusti per film di sicuro successo. Noi qui vogliamo elencarvi alcuni titoli, forse i migliori mai usciti nelle sale, in rigoroso ordine di uscita. 

Arctic (2019)

Arctic è l’ultimo, attesissimo, film che racconta una storia di survivalismo. È stato presentato alla 71esima edizione del Festival del Cinema di Cannes, ed è diretto dal regista brasiliano Joe Penna. Il protagonista della storia è Mads Mikkelsen. La storia è quella di un pilota pilota di nome Overgård che rimane bloccato e disperso nei ghiacci dell’artico. Sta per essere finalmente portato in salvo, ma dopo un tragico incidente, perde l’opportunità di ritornare nel mondo civilizzato. Si ritrova così a dover decidere tra il tornare nella relativa sicurezza del rifugio che si è costruito da sé e l’intraprendere un viaggio verso l’ignoto per potersi salvare. Per ora il film è uscito solo nelle sale americane, lo scorso 1 febbraio 2019. La critica dice che a confronto, The Revenant, racconta di una passeggiata al parco. Ve ne proponiamo il trailer.   

L’Ultima discesa (2017)

L’Ultima discesa è un survival thriller mozzafiato, ispirato alla storia del campione di hockey Eric LeMarque. L’uomo, dopo aver causato un incidente automobilistico, fugge sulle montagne in cerca di adrenalina facendo dello snowboard. Una tempesta di neve, però, lo blocca per otto giorni in cima a una montagna. Nessuno sa che si è perso, nessuno sa dove si trova. È completamente solo. Comincia così la sua avventura, nella quale LeMarque è costretto ad affrontare il suo passato e a fare i conti con i suoi demoni interiori per ritrovare la fiducia in sé stesso e riuscire sopravvivere. 

The Revenant (2015)

The Revenant, il redivivo, è forse uno dei film più famosi che raccontano avventure survival. Interpretato da Leonardo Di Caprio, racconta di una storia vera. Quella di Hugh Glass, l’esploratore americano che è sopravvissuto all’attacco di uno orso grizzly dopo essere stato abbandonato dai sui compagni perché dato per morto. The Revenant è l’epica avventura di un uomo che cerca di sopravvivere grazie alla straordinaria forza del proprio spirito. Il film ha messo a dura prova anche il cast, che ha dovuto girare le scene anche a 40 gradi sotto zero. Di Caprio dichiarò di aver rischiato più volte l’ipotermia. 

Into the wild (2007)

Film cult degli anni Duemila, diretto da Sean Penn, Into the wild racconta la storia di Christopher McCandless, detto Alexander Supertramp. Nel film vengono raccontati gli ultimi anni della vita di questo giovane studente che dopo la laurea molla tutto per esplorare il Canada alla ricerca della vera libertà. Mc Candless muore tragicamente nel suo viaggio ai confini della società civilizzata, nelle terre estreme dell’Alaska. E proprio Nelle Terre Estreme è il titolo del libro di John krakauer che per primo ha raccontato la storia di McCandless. Attraverso il contatto con la natura selvaggia e le amicizie strette lungo il percorso Cristopher giungerà alla scoperta di sé stesso.

Cast Away (2000)

Cast Away non è solo un film del genere survival: è una storia di trasformazione e sopravvivenza. Tom Hanks, il protagonista, interpreta Chuck Nolan, un naufrago in cerca di salvezza. Finisce su un’isola deserta dopo un incidente aereo. È completamente solo e impara a nutrirsi, a lavarsi, a dissetarsi, a vivere, nonostante lo strazio della solitudine e i mille pensieri che lo opprimono. Il suo unico amico è un pallone, a cui lui dà un volto e un nome. Con lui Chuck Nolan si confida per non impazzire. Quando viene salvato Nolan torna alla vita normale. Ma niente è ormai come prima. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *